Mobilitazione delle Province della Campania . I presidenti, " Il Governo rispetti la Costituzione"
Indietro

Incontro con i dirigenti Anas, al via una serie di interventi sulle Statali 90 e 90 bis

12/04/2017 - 8:00:00 - Avellino

Thumbnail articolo

Incontro a Napoli presso la sede dell’Anas con il Capo compartimento della Campania e coordinatore territoriale dell’Area Tirrenica, Nicola Prisco, il Direttore del Centro Manutenzione, Antonio Villano e il funzionario tecnico, Biagio Laurano.

Alla riunione hanno partecipato il Presidente della Provincia, Domenico Gambacorta, i sindaci di Montaguto e Savignano Irpino, Marcello Zecchino e Fabio Della Marra Scarpone, l’assessore al Patrimonio del Comune di Ariano Irpino, Raffaele Li Pizzi, l’assessore del Comune di Greci, Alfredo Cozza.

“È stato un incontro positivo – commenta il presidente Gambacorta -, perché abbiamo avuto certezze su alcuni importanti interventi che l’Anas è pronta ad effettuare già dai prossimi mesi lungo la statale 90 e sulla 90 bis. Il confronto è servito anche per ribadire alcune problematiche che affliggono questi tratti di competenza. Doveroso il ringraziamento all’ingegnere Prisco e ai suoi collaboratori che hanno inserito le opere sulle strade del Nord-Est del territorio irpino tra le priorità dell’azione da portare avanti nel corso del 2017 e nel prossimo triennio”.

I vertici Anas hanno comunicato che entro il mese di giugno partirà il rifacimento del manto stradale in alcuni tratti della Statale 90, per un importo complessivo dei lavori pari a 500mila euro. Tale somma comprende anche la realizzazione dei muri di sostegno. Altri 100mila euro, invece, verranno investiti per la messa in sicurezza della frana che insiste nel territorio del Comune di Greci.

A queste opere si aggiungono gli interventi che dovrà effettuare l’Enel, a seguito del contenzioso con la stessa Anas, che riguarderanno una parte della carreggiata tra il chilometro 27 e il chilometro 32.

Nel corso dell’incontro, l’ingegnere Prisco ha fatto sapere che, sempre entro il prossimo mese di giugno, si procederà con gli interventi di messa in sicurezza idrogeologica per la stabilizzazione dei versanti adiacenti la SS 90 Bis/delle Puglie interessati da movimenti franosi. La gara d’appalto – il bando è stato pubblicato il 28 dicembre scorso - per un milione e 300mila euro è in via di definizione. E’ prossimo al termine anche l’iter della gara d’appalto – avviata il 28 luglio 2015 - per i lavori di demolizione e ricostruzione del viadotto Santo Spirito nel territorio del Comune di Casalbore. In questo caso, l’investimento è pari a oltre 3 milioni e mezzo di euro.

In via di completamento, inoltre, il ponte in località Tre Torri della SS 90. Per il giorno 12 aprile è previsto un sopralluogo con i tecnici della Provincia per definire gli ultimi dettagli legati alla chiusura del cantiere e per procedere al collaudo.     

L’Anas sta redigendo anche un progetto complessivo di messa in sicurezza dell’intero tratto irpino della strada statale 90, da inserire nella futura programmazione degli interventi straordinari che riguarderanno la Campania. 


TEMATICHE
Thumbnail ENTI LOCALI

Interventi a favore dei Comuni per attività di Prevenzione Incendi, Anagrafe dell’Edilizia Scolastica, bonifica immobili contenenti materiali a base di amianto e pianificazione urbanistica.

Thumbnail AGRICOLTURA CACCIA

Allarme cinghiali in Alta Irpinia, Ufita e Baronia. La situazione allarmante con interi campi di coltivazione ed orti assediati dai cinghiali, ormai mandrie che si spostano da un luogo all'altro, e' stata evidenziata agli organi di informazione dai sindaci di Monteverde e Zungoli intervenuti questa mattina alla conferenza stampa presso l'Amministrazione Provinciale di Avellino.

Con il primo cittadino di Monteverde Franco Ricciardi e Paolo Caruso di Zungoli, sono intervenuti il vice di Ricciardi, Antonio Vella e i consiglieri provinciali, Girolamo Giaquinto e Domenico Palumbo. All'incontro, hanno partecipato molti agricoltori ormai esasperati  ma anche arrabbiati per la disattenzione degli organi preposti. Ricciardi e Caruso hanno evidenziato  l'impotenza alle scorribande di cinghiali tra le colture con l'aumento  di costi insostenibili per le aziende agricole e con il paradosso reso visibile attraverso un filmato di più cinghiali che abitanti. Si parla di migliaia di capi che imperversano nelle zone in oggetto, comprendendo anche l'intera Alta Irpinia, l'Ufita e la Baronia.

Il grido d'allarme degli amministratori e' stato raccolto dai consiglieri Giaquinto e Palumbo nel sostenere la richiesta avanzata dai sindaci di un Tavolo Istituzionale permanente sulla tematica in oggetto. La proposta che verrà portata all'attenzione del Presidente Gambacorta, assente all'incontro per altri impegni istituzionali, riguarderà ulteriori solleciti alla Regione, già evidenziati dal Consiglio Provinciale a promulgare Norme in materia di danni provocati dalla fauna selvatica, di tutela dell'incolumità pubblica e dell'ordine economico per  attenuare il rischio dai danni causati dalla fauna selvatica ed in particolare dai cinghiali. Giaquinto ha ribadito che l'Ente Provincia per le sue competenze farà la sua parte, ma occorrono norme per un sistema organico di interventi diretti alla tutela, alla gestione e al controllo delle specie di fauna selvatica presenti sul territorio, che sono di pertinenza della Regione.

Thumbnail AMBIENTE
Il Sindaco del Comune di Avellino ha emanato l'Ordinanza n. 214 del 22.07.2016 con cui è fatto divieto di raccolta, di vendita e di consumo di prodotti vegetali, frutta e verdura, provenienti dalla parte di territorio del Comune di Avellino ricadente nel raggio di 500 mt. dalla sede dell'incendio sviluppatosi il 12 luglio 2016 all'interno dell'Impianto di autodemolizioni C.E.R.V.U.  nel territorio del Comune di Atripalda.