Salta al contenuto
Indietro

Mobilitazione delle Province della Campania. I presidenti, Il Governo rispetti la Costituzione

07/04/2017 - 18:00:00 - Avellino

Parlamentari, sindaci e Presidenti a Palazzo Caracciolo contro i tagli del Governo per la difesa dei servizi.

"Chiediamo che si rispetti la Costituzione e che ai cittadini siano garantiti i servizi che sono un loro diritto. A rischio c'è la sicurezza delle nostre comunità". Lo ha detto il presidente dell'UPI, Achille Variati, intervenendo ad Avellino, nel corso del''assemblea dei sindaci irpini nella Giornata di mobilitazione delle Province della Campania.

All'incontro, hanno partecipato anche i parlamentari Giuseppe De Mita, Valentina Paris Giancarlo Giordano.
 
"Le tasse che i cittadini pagano - ha aggiunto Variati - per i servizi dei territori, vengono  presi dallo Stato Centrale ed usati per altri scopi. Se guardiamo i dati - ha detto Variati  - in media oltre l'80 percento delle tasse provinciali dei cittadini di Campania, Basilicata e Molise non resta sui territori. Non viene usata cioè - ha concluso - per lo scopo che stabilisce la Costituzione all'articolo 119 per finanziare i servizi delle Province".  
 
"La situazione è particolarmente grave in Campania – afferma il Presidente della Provincia di Avellino Domenico  Gambacorta, che ha promosso l'iniziativa insieme al Presidente di UPI Campania Giuseppe Canfora, Presidente della Provincia di Salerno - dove le Province hanno subito un prelievo di risorse tra i più pesanti di tutto il Paese e i servizi sono ormai al collasso, tanto che gli Enti non sono più in grado di assicurare la sicurezza dei cittadini sulle strade provinciali e nelle scuole superiori”.
 
L'Ente di Palazzo Caracciolo ha firmato l'esposto cautelativo alla Procura, alla Corte dei Conti ed alla Prefettura per segnalare una condizione che non è più gestibile e si riverserà sui servizi ai cittadini, in particolare sulla sicurezza delle strade e delle scuole. 
 
Il Presidente Domenico Gambacorta ha evidenziato che "il taglio insostenibile di un miliardo, ribadito oggi nella Finanziaria del 2017, non consente più nemmeno di garantire le utenze, non dico la manutenzione. Il taglio – ha affermato Gambacorta - è tutto nelle cifre. La Provincia di Avellino ha perso 8 milioni nel 2013, 10,8 milioni nel 2014, 12,4 milioni nel 2015, 18 milioni nel 2016. Su un totale di 33,7 milioni di tributi incamerati, il prelievo dello Stato è 21,4 milioni, il 64%". Poi ha aggiunto "Con queste cifre non possiamo farcela. Sei milioni servono soltanto per il personale. Altri due per le utenze legate al funzionamento scolastico. Se non avessimo deciso di sfondare il Patto di stabilità, con una vera e propria scelta politica, non ce l’avremmo fatta".
 
All'iniziativa, che ha avuto il pieno sostegno dell’Unione delle Province d’Italia, oltre ad Achille Variati, Presidente dell’UPI Nazionale, nonché Presidente e Sindaco di Vicenza, hanno partecipato anche Carlo Riva Vercellotti, vice-Presidente UPI e Presidente della Provincia di Vercelli; Claudio Ricci, Presidente della Provincia di Benevento; Lorenzo Coia, Presidente della Provincia di Isernia; Nicola Valluzzi, Presidente della Provincia di Potenza e presidente dell’UPI Basilicata; Antonio Battista, Presidente della Provincia di Campobasso e presidente dell’UPI Molise; Francesco Miglio, Presidente della Provincia di Foggia.
 
Incontro proficuo e di grande attualità per i riflessi che potrebbero incidere negativamente sulla salvaguardia della sicurezza, in particolare nelle scuole e sulle strade di pertinenza provinciale, nonchè sulla difesa dei servizi ai cittadini. 
 
E dopo l'esposto cautelativo, prossimo appuntamento alla manifestazione nazionale che verrà indetta a Roma con la partecipazione di tutti i Presidenti delle Province italiane, i consiglieri provinciali, i parlamentari, i dipendenti e i cittadini.
 


 


 


 


 


Comunicazioni istituzionali
Thumbnail SX
Comitato Bicentenario De Sanctis. Lunedì 24 aprile il primo incontro.
96 Views
Thumbnail SX
Viabilità, protocollo di intesa tra la Provincia e i Comuni di Forino, Guardia, Lacedonia e Morra
77 Views
Thumbnail SX
Pari opportunità, sottoscrizione protocollo intesa tra Ispettorato Territoriale e Consigliera di Parità della Provincia
121 Views
Thumbnail SX
Incontro con i dirigenti Anas, al via una serie di interventi sulle Statali 90 e 90 bis
161 Views
TEMATICHE
Thumbnail ENTI LOCALI

Interventi a favore dei Comuni per attività di Prevenzione Incendi, Anagrafe dell’Edilizia Scolastica, bonifica immobili contenenti materiali a base di amianto e pianificazione urbanistica.

Thumbnail AGRICOLTURA CACCIA

Allarme cinghiali in Alta Irpinia, Ufita e Baronia. La situazione allarmante con interi campi di coltivazione ed orti assediati dai cinghiali, ormai mandrie che si spostano da un luogo all'altro, e' stata evidenziata agli organi di informazione dai sindaci di Monteverde e Zungoli intervenuti questa mattina alla conferenza stampa presso l'Amministrazione Provinciale di Avellino.

Con il primo cittadino di Monteverde Franco Ricciardi e Paolo Caruso di Zungoli, sono intervenuti il vice di Ricciardi, Antonio Vella e i consiglieri provinciali, Girolamo Giaquinto e Domenico Palumbo. All'incontro, hanno partecipato molti agricoltori ormai esasperati  ma anche arrabbiati per la disattenzione degli organi preposti. Ricciardi e Caruso hanno evidenziato  l'impotenza alle scorribande di cinghiali tra le colture con l'aumento  di costi insostenibili per le aziende agricole e con il paradosso reso visibile attraverso un filmato di più cinghiali che abitanti. Si parla di migliaia di capi che imperversano nelle zone in oggetto, comprendendo anche l'intera Alta Irpinia, l'Ufita e la Baronia.

Il grido d'allarme degli amministratori e' stato raccolto dai consiglieri Giaquinto e Palumbo nel sostenere la richiesta avanzata dai sindaci di un Tavolo Istituzionale permanente sulla tematica in oggetto. La proposta che verrà portata all'attenzione del Presidente Gambacorta, assente all'incontro per altri impegni istituzionali, riguarderà ulteriori solleciti alla Regione, già evidenziati dal Consiglio Provinciale a promulgare Norme in materia di danni provocati dalla fauna selvatica, di tutela dell'incolumità pubblica e dell'ordine economico per  attenuare il rischio dai danni causati dalla fauna selvatica ed in particolare dai cinghiali. Giaquinto ha ribadito che l'Ente Provincia per le sue competenze farà la sua parte, ma occorrono norme per un sistema organico di interventi diretti alla tutela, alla gestione e al controllo delle specie di fauna selvatica presenti sul territorio, che sono di pertinenza della Regione.

Thumbnail AMBIENTE
Il Sindaco del Comune di Avellino ha emanato l'Ordinanza n. 214 del 22.07.2016 con cui è fatto divieto di raccolta, di vendita e di consumo di prodotti vegetali, frutta e verdura, provenienti dalla parte di territorio del Comune di Avellino ricadente nel raggio di 500 mt. dalla sede dell'incendio sviluppatosi il 12 luglio 2016 all'interno dell'Impianto di autodemolizioni C.E.R.V.U.  nel territorio del Comune di Atripalda.