Salta al contenuto
Indietro

Il Presidente del Consiglio al Centro Impiego di Avellino

16/03/2017 - 15:00:00 - Avellino

Thumbnail articolo

Una scelta precisa quella di essere ad Avellino, "in occasione di ciò che potremmo definire una sorta di battesimo dell'Anpal (l'Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro), già diventata operativa con il Jobs Act del Governo Renzi".  La visita lampo del Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, in città segna l'avvio della sperimentazione dell'assegno di ricollocazione, al via oggi per circa 30mila beneficiari e testimonia l'impegno di Palazzo Chigi, "in particolare nelle zone del Mezzogiorno che hanno tante risorse ma che vivono quotidianamente il problema della mancanza di lavoro".

Parte la fase sperimentale dell’assegno di ricollocazione, lo strumento messo a disposizione dal Jobs Act per aiutare i disoccupati nella ricerca di un nuovo impiego. A partire da questa mattina l’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (Anpal) sta inviando le prime 30 mila lettere. Tra i destinatari i lavoratori che da almeno quattro mesi sono in regime di Nuova prestazione di assicurazione Sociale per l’impiego.

Il Presidente del Consiglio, ha scelto il Centro per l’Impiego, quello di Via Pescatori, messo a nuovo per l’occasione. Presenti, oltre alle autorità civili e militari, il sindaco di Avellino Paolo Foti, il Presidente della Provincia, Domenico Gambacorta.  Gentiloni, affiancato dal presidente dell’Anpal, Maurizio Del Conte, ha spiegato i benefici che porterà l’assegno di ricollocazione.

"Non è un caso se abbiamo scelto Avellino per battezzare l’Anpal - ha esordito il Premier - una città viva in un Mezzogiorno che vive in maniera acuta il problema della disoccupazione giovanile. Siamo qui, in un Centro per l’Impiego che, grazie al lavoro di Comune, Provincia e Regione, che ringrazio, funziona".

Per il Premier, l'Anpal rappresenta un importante incentivo per il futuro. Tra le attività che si affiancano all’assegno di ricollocazione ce ne sono altre altrettanto importanti che il Premier ha elencato, come l’Alternanza scuola-lavoro che serve a responsabilizzare gli studenti fin dalla giovane età, Garanzia Giovani, programma finalizzato a potenziare la capacità di creare posti di lavoro. "A tal proposito - ha evidenziato il Presidente del Consiglio - abbiamo appena varato un decreto che da un lato tende a rendere il lavoro più conveniente dall’altro rende gli investimenti più immediati".


Comunicazioni istituzionali
Thumbnail SX
Comitato Provinciale celebrativo del bicentenario della nascita di Francesco De Sanctis, venerdì 24 marzo la presentazione all’ex Carcere Borbonico
84 Views
Thumbnail SX
Convocazione Consiglio Provinciale 28 marzo 2017
60 Views
Thumbnail SX
Messa in sicurezza strade provinciali, intesa con i comuni di Guardia Lombardi e Forino.
108 Views
Thumbnail SX
Convocazione Consiglio Provinciale 20 marzo 2017
136 Views
TEMATICHE
Thumbnail ENTI LOCALI

Interventi a favore dei Comuni per attività di Prevenzione Incendi, Anagrafe dell’Edilizia Scolastica, bonifica immobili contenenti materiali a base di amianto e pianificazione urbanistica.

Thumbnail AGRICOLTURA CACCIA

Allarme cinghiali in Alta Irpinia, Ufita e Baronia. La situazione allarmante con interi campi di coltivazione ed orti assediati dai cinghiali, ormai mandrie che si spostano da un luogo all'altro, e' stata evidenziata agli organi di informazione dai sindaci di Monteverde e Zungoli intervenuti questa mattina alla conferenza stampa presso l'Amministrazione Provinciale di Avellino.

Con il primo cittadino di Monteverde Franco Ricciardi e Paolo Caruso di Zungoli, sono intervenuti il vice di Ricciardi, Antonio Vella e i consiglieri provinciali, Girolamo Giaquinto e Domenico Palumbo. All'incontro, hanno partecipato molti agricoltori ormai esasperati  ma anche arrabbiati per la disattenzione degli organi preposti. Ricciardi e Caruso hanno evidenziato  l'impotenza alle scorribande di cinghiali tra le colture con l'aumento  di costi insostenibili per le aziende agricole e con il paradosso reso visibile attraverso un filmato di più cinghiali che abitanti. Si parla di migliaia di capi che imperversano nelle zone in oggetto, comprendendo anche l'intera Alta Irpinia, l'Ufita e la Baronia.

Il grido d'allarme degli amministratori e' stato raccolto dai consiglieri Giaquinto e Palumbo nel sostenere la richiesta avanzata dai sindaci di un Tavolo Istituzionale permanente sulla tematica in oggetto. La proposta che verrà portata all'attenzione del Presidente Gambacorta, assente all'incontro per altri impegni istituzionali, riguarderà ulteriori solleciti alla Regione, già evidenziati dal Consiglio Provinciale a promulgare Norme in materia di danni provocati dalla fauna selvatica, di tutela dell'incolumità pubblica e dell'ordine economico per  attenuare il rischio dai danni causati dalla fauna selvatica ed in particolare dai cinghiali. Giaquinto ha ribadito che l'Ente Provincia per le sue competenze farà la sua parte, ma occorrono norme per un sistema organico di interventi diretti alla tutela, alla gestione e al controllo delle specie di fauna selvatica presenti sul territorio, che sono di pertinenza della Regione.

Thumbnail AMBIENTE
Il Sindaco del Comune di Avellino ha emanato l'Ordinanza n. 214 del 22.07.2016 con cui è fatto divieto di raccolta, di vendita e di consumo di prodotti vegetali, frutta e verdura, provenienti dalla parte di territorio del Comune di Avellino ricadente nel raggio di 500 mt. dalla sede dell'incendio sviluppatosi il 12 luglio 2016 all'interno dell'Impianto di autodemolizioni C.E.R.V.U.  nel territorio del Comune di Atripalda.