POLITICHE DEL LAVORO

Ufficio Consigliera di Parità

La Consigliera di parità effettiva e il Consigliere di parità supplente della Provincia di Avellino sono stati nominati dal Ministro del Lavoro con Decreto n. 124 del 25.09.2019, su designazione del Presidente della Provincia di Avellino. Il mandato dura 4 anni ed è rinnovabile una sola volta. 

Vincenza Luciano – Consigliera di parità effettiva
Mario Cerbone – Consigliere di parità supplente

Il Consigliere supplente agisce su mandato della Consigliera effettiva ed in sua sostituzione.

La Consigliera di parità provinciale svolge funzioni di promozione e di controllo dell'attuazione dei principi di uguaglianza, di pari opportunità e di non discriminazione tra donne e uomini nei luoghi di lavoro. Nell'esercizio delle sue funzioni è pubblico ufficiale ed ha l'obbligo di segnalare all'Autorità giudiziaria i reati di cui viene a conoscenza per ragione del suo ufficio.

Chi può rivolgersi alla Consigliera di parità

  • I cittadini che desiderano ricevere informazioni e richiedere tutela nei casi di discriminazione di genere.
  • Enti, aziende pubbliche e private, organizzazioni e associazioni per informazioni su opportunità, strumenti e incentivi per azioni positive volte a promuovere e valorizzare la presenza femminile.

Si tratta di un servizio gratuito.

Contatti

L’Ufficio della Consigliera di parità della Provincia di Avellino si trova al 2° piano del Palazzo della Cultura –

Museo Irpino e Biblioteca Provinciale “Giulio e Scipione Capone” -  Corso Europa, 251 – Avellino.

È possibile fissare un appuntamento attraverso i seguenti recapiti:

La Consigliera di parità riceve:

  • lunedì              dalle ore 11.00 alle ore 13.00
  • mercoledì        dalle ore 11.00 alle ore 13.00
  • venerdi            dalle ore 11.00 alle ore 13.00

News

Indietro

Io sono la guida

19/09/2018 - 13:15:00 - Avellino

“Io sono la guida” è lo speciale appuntamento in programma Sabato 22 settembre 2018 alle ore 10.30, presso la Sezione Risorgimentale del Museo Irpino nel Carcere Borbonico di Avellino, in occasione delle “Giornate Europee del Patrimonio 2018”.

Un nutrito gruppo di giovani “guide per un giorno” provenienti da differenti nazionalità (Togo, Senegal, Russia, Nigeria, India e Pakistan, tra queste), accoglierà i visitatori nelle sale del museo, raccontando con le proprie parole e le proprie emozioni la storia d’Italia, così come l’hanno conosciuta nel progetto di dialogo interculturale che proprio dal Museo Irpino ha preso le mosse, ideato e curato da Mediateur, concessionaria dei servizi educativi del polo museale della Provincia di Avellino.

L’iniziativa - unica nel suo genere in Italia - invita tutta la comunità irpina a riscoprire il proprio patrimonio insieme alle comunità di stranieri ospiti del territorio, per un’esperienza che non solo rilegge la storia con gli occhi e la sensibilità dei nuovi cittadini, ma investe su un nuovo senso di “appartenenza”, che passa anche dalla conoscenza reciproca, dalla ricerca di interessi comuni e dal dialogo attorno alle radici e al passato di ognuno di noi.

Durante la mattina ci sarà spazio anche per ritmi e percussioni, grazie a un personalissimo arrangiamento delle canzoni del Risorgimento italiano, con il quale le neo-promosse Guide elaboreranno in chiave sonora le conoscenze apprese: un’ulteriore conferma di come il museo possa diventare un luogo privilegiato di dialogo, scambio e contaminazione tra mondi e culture solo all’apparenza distanti.

“Io sono la guida” è l’occasione ideale per celebrare anche ad Avellino le Giornate Europee del Patrimonio 2018, che in tutta Europa promuovono eventi riconducibili al tema dell’“Arte di condividere”, nel nome di una cultura promotrice di inclusione sociale, capace di valorizzare conoscenze, espressioni ed esperienze di cui ogni comunità è una depositaria preziosa.